Architettura, politica e religione al tempo dei Romani

Gli edifici più famosi dell’antica Roma: il Colosseo

Architecture, politics and religion in RomanDue delle più grandi strutture dell’antica Roma sono il Colosseo (l’ellittico anfiteatro Flavio, nel centro di Roma) e la Colonna di Traiano (un monumento all’imperatore Traiano). Il primo, situato a est del Foro Romano, ha richiesto un cantiere la cui durata è stata di otto anni.

Aveva posti a sedere per 50.000 spettatori. Gli storici e gli archeologi stimano che l’incredibile cifra di 500.000 persone e oltre 1 milione di animali selvatici siano morti nei giochi cruenti che si svolgevano al Colosseo.

La Colonna Traiana

La Colonna Traiana, situata vicino al Quirinale, a nord del Foro Romano, fu terminata nel 113 a.C. Famosa per la sua magnifica scultura in rilievo che circonda il monumento 23 volte come una spirale, narra le avventure di Traiano nelle guerre daciche.

L’albero in sé è costituito da 20 enormi blocchi di marmo di Carrara, ciascuno del peso di circa 40 tonnellate. Si trova a circa 30 metri di altezza e 4 metri di larghezza. Un monumento romano più piccolo, ma non meno importante, è l’Ara Pacis Augustae (13-9 a.C.).

L’impatto della politica e della religione sull’architettura romana

Nel 313 d.C., quando la Basilica di San Pietro fu completata, l’imperatore romano Costantino I dichiarò che la città di Bisanzio (in seguito ribattezzata Costantinopoli, oggi Istanbul in Turchia), sarebbe diventata la capitale dell’Impero Romano.

Più tardi, nel 395 d.C., in seguito alla morte dell’imperatore Teodosio, l’impero fu diviso in due parti: una metà occidentale con capitale prima a Roma, poi a Ravenna e una metà orientale con capitale a Costantinopoli. Inoltre, il Cristianesimo fu dichiarato l’unica religione ufficiale di tutto l’impero.

Questi sviluppi religiosi e politici ebbero un forte impatto anche sull’architettura in due modi: in primo luogo, il trasferimento a Costantinopoli contribuì a preservare e a prolungare la cultura romana, che altrimenti sarebbe andata completamente distrutta per via dell’arrivo successivo degli invasori barbari; in secondo luogo, l’emergere del cristianesimo fornì quello che divenne il tema dominante dell’architettura dei successivi 1000 anni.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *